Ultra violet: la fregola colore-pantone2018

Ogni gennaio la stessa storia: tutte in trepida attesa del colore che Pantone eleggerà come linea guida assoluta, fregola imprescindibile dell’anno appena iniziato. Come quando da bambine aspettavamo che strega-comanda-colore chiamasse il colore più strano che c’era saltato in mente, per poi correre più veloci della luce. •••

ULTRA VIOLET: THE 2018 PANTONE-COLOR FREGOLA

Every January it’s the same old story: we’re all here desperately waiting for Pantone to announce the color of the year, a super fregola for the year that’s just begun. Just like when we were kids playing the Italian game witch-commands-color, waiting for the witch to call out the most random color that came into her head and then running away faster than the speed of light. •••

La fregola delle stelle: magari si avvera

Di fregole ne abbiamo ogni giorno, ma i desideri migliori li conserviamo per la notte di San Lorenzo. Occhi al cielo, stese sui prati, teniamo il conto di ogni stella che scivola via facendo a gara per chi ne ha viste di più. Ogni stella un desiderio? No, stavolta tante stelle per uno, che da... Mostra articolo•••

THE STARGAZING FREGOLA: MAYBE IT'LL COME TRUE

We have fregole pretty much every day but we keep the best wishes for the night of San Lorenzo. Stretched out on the grass, gazing up to the sky, we keep count of all the stars that shoot by to see who spots the most. A wish upon every star? No, this time altogether they make just one single wish, which by itself is worth at least a thousand.•••

#oggiholafregoladi mischiare le carte

Donna di fiori, donna di quadri. E per essere sicura di vincere la mano: Valentino Rockstud ai piedi.•••

LA FREGOLA DELLA CLUTCH

LA FREGOLA DELLA CLUTCH. L’abbiamo battezzata borsa da tavolino. Perché senza un tavolino a portata non sai mai dove mettertela. Soprattutto se in mano hai anche un cocktail, una tartina e una sigaretta. Dopo averla infilata sotto l’ascella, tenuta con due o quattro dita, a seconda dei crampi, è sul tavolino che finisce la clutch. •••

LA FREGOLA TRASPARENTE

LA FREGOLA TRASPARENTE. Non è di pizzo, non è di tulle, non è di seta, né di organza o di chiffon. La fregola c’è ma non si vede. Come la scarpetta di Cenerentola, solo che invece di essere in cristallo è in puro pvc. Certo, con un paio di tronchetti di Jeffrey Campbell ai piedi, un bracciale di Christian Dior al polso, una clutch di Charlotte Olympia in mano, un chiodo di Wanda Nylon sulle spalle o un impermeabile di Valentino a prova di Catherine Deneuve addosso, il sogno si avvera comunque.•••

LA FREGOLA DEL RED CARPET

LA FREGOLA DEL RED CARPET. Anche se non ci abbiamo mai messo piede, e probabilmente mai lo metteremo, nella vita bisogna essere pronte. Nell’armadio di una donna non può mancare un abito da sera: e se passa Azzurro e ci trova in ciabatte? Chiarito ciò, pensavamo a qualcosa di molto principesco, magari di un colore-non-colore senza spalline, tipo l’abito rosa blush di Dior che aveva Jennifer Lowrence agli Oscar ma che non faccia inciampare;•••

LA FREGOLA VERDE SMERALDO

LA FREGOLA VERDE SMERALDO. Come sostiene la mamma di una nostra amica, che all’outlet di Fidenza ha tenuto una conferenza di quindici minuti sul punto di viola (inducendoci ad abbandonare sullo scaffale il golfino sbagliato), anche con il verde bisogna stare attente. No verde acido perché sbatte, no verde salvia perché fa decoupage, no verde acqua perché non è tempo.•••

LA FREGOLA DELLA MANTELLA

  LA FREGOLA DELLA MANTELLA. Non contente di aver dilapidato una fortuna per un cappotto a uovo di Jil Sander, ora siamo alle prese con una mantella. Man-tel-la, non mantello: quindi, per oggi, niente lacrimuccia amarcord per la Stella della Senna che galoppava di fianco al Tulipano Nero. Piuttosto, pensate a Audrey incappucciata d’azzurro che... Mostra articolo•••