LA FREGOLA BAU

LA FREGOLA BAU. Senza toccare i livelli di follia a forma di Paris Hilton, che ai suoi chihuahua ha regalato una villetta extralusso a due piani con aria condizionata, cucce di Prada, mobili di Philippe Stark e un lampadario di cristallo, oggi sfameremo la nostra fregola dog-couture primavera/estate. Tito, il nostro bassotto, farà da modello. •••

LA FREGOLA DEL TURBANTE

LA FREGOLA DEL TURBANTE. Caro Monsier Poiret, grazie di aver liberato il genere femminile dal corsetto, ma soprattutto di aver inventato il turbante. Senza di Lei, non saremmo qui ad ammirare lo sguardo malinconico di Greta Garbo, non avremmo contato la frutta sulla testa di Carmen Miranda né aspirato la sigaretta come Loulou de la Falaise ma,•••

LA FREGOLA DELLE FRANGE

LA FREGOLA DELLE FRANGE. “Dio non ci avrebbe dato le tette se non avesse voluto farcele agitareee!”. Non capivamo perché la frase di Penny di Dirty Dancing ci ronzasse nel cervello da stamattina. Poi, mentre facevamo colazione, abbiamo scoperto che in noi, piano piano, si stava insinuando una nuova fregola. •••

LA FREGOLA DELLA CAMICIA

LA FREGOLA DELLA CAMICIA. Questa è un po’ una fregola paleolitica, che risale ai tempi del liceo, quando la camicia faceva da divisa, in alternativa alla t-shirt, dentro un paio di Levi’s a vita alta e rigorosamente sotto un golfino a V.•••

LA FREGOLA DELLA CLUTCH

LA FREGOLA DELLA CLUTCH. L’abbiamo battezzata borsa da tavolino. Perché senza un tavolino a portata non sai mai dove mettertela. Soprattutto se in mano hai anche un cocktail, una tartina e una sigaretta. Dopo averla infilata sotto l’ascella, tenuta con due o quattro dita, a seconda dei crampi, è sul tavolino che finisce la clutch. •••

LA FREGOLA DELLA BICI

LA FREGOLA DELLA BICI. Chi a gennaio si è iscritto in palestra alzi la mano. Chi tra febbraio e marzo c’è andato tre volte in croce alzi il piede. Non so voi, noi abbiamo deciso di appendere lo step al chiodo e comprarci una bella bicicletta.•••

La fregola dei capelli corti

Attraverso gli occhi di una donna il mondo invecchia più fretta. Prendiamo un vestito: è nuovo di zecca quando lo vediamo in un negozio, stagiona nel sacchetto dal negozio a casa, cade in disuso la seconda volta che lo mettiamo. •••

THE SHORT HAIR FREGOLA

The world grows old much faster, when seen through woman’s eyes. Let’s take a dress: it’s brand new when we see it in the shop, but it starts getting old right inside the shopping bag, going home from the shop, and after it’s worn twice, it’s definitely abandoned•••

LA FREGOLA DEL BASCO

LA FREGOLA DEL BASCO. La settimana finisce con il massimo risultato e il minimo sforzo: a volte, infatti, basta abbinare un semplice basco a un pezzo qualsiasi dell’armadio (ecco, non l’anta), per trasformare il viso in un’icona. Come Katharine Hepburne per pescare dal passato o Diane Kruger per esprimersi al presente.•••