LA FREGOLA DELLO YETI

A pelo lungo o rasato. Di volpe o di lapin. Vera o finta. Nuova o vintage. Nera o full color. Lunga o mini. Bianca o pastello. Eco o low. La fregola di oggi è andarcene in giro facendo leggenda, imbacuccate come Brigitte Bardot o Marilyn Monroe in un folto cappellino o in un lanoso cappottino.•••

LA FREGOLA DEI SANDALI

Nasce un po' dall'incontro con certi rari esemplari dalla suola a carro armato che vivono a metà di Via Montenapoleone, un po' dalla pigrizia, per colpa (o per merito) della quale, un branco di sandali estivi pascolano ancora in giro per casa: zeppe accucciate nella scarpiera, chanelline rintanate nell'armadio, plateau in letargo sotto il letto. Chi più chi meno, in attesa di migrare nei bauli del cambio di stagione.•••

LA FREGOLA DEL CAPPOTTO-VESTAGLIA

e forme sono ampie, le lunghezze accentuate, i volumi eccessivi, contenuti a tratti da una cintura, i tessuti caldi e avvolgenti come il cashmere, l'alpaca, la lana, il velluto e lo sherling, i colori soavi e femminili come il confetto, il beige, il cipria, l'azzurro e il bianco, per bilanciare tagli dall'approccio maschile. Effetto-Bonomelli, insomma, il panorama dei cappotti che c'hanno fatto venire la fregola quest'anno: i modelli a vestaglia di Max Mara, Miu Miu, Carven, Blumarine, Celine e per fortuna anche Topshop Unique;•••