LA FREGOLA DELLE FRANGE

LA FREGOLA DELLE FRANGE. “Dio non ci avrebbe dato le tette se non avesse voluto farcele agitareee!”. Non capivamo perché la frase di Penny di Dirty Dancing ci ronzasse nel cervello da stamattina. Poi, mentre facevamo colazione, abbiamo scoperto che in noi, piano piano, si stava insinuando una nuova fregola. •••

La fregola dello smalto

A noi, per esempio, è partita mentre ci mangiavamo le mani. Prima la destra e poi la sinistra, vedendo quante scarpe abbiamo fatto fuori zampettando da un posto all’altro come agili (oh!) gazzelle sotto il cielo bagnato di questa impervia settimana della moda. In sequenza: i tronchetti in camoscio di Bottega Veneta•••

THE NAIL POLISH FREGOLA

Ours started when we wanted to eat our hands.First the right one, than the left one, seeing how many shoes we did wear out trotting around from one place to the other like nimble (if you can actually say so!) gazelles, under the wet skies of this almost inaccessible fashion week. In order we sacrificed for the cause•••

LA FREGOLA SURREALISTA

  LA FREGOLA SURREALISTA. Se è vero che l’arte è creazione e si basa su abilità innate ed esperienza, anche noi possiamo definirci delle artiste. Ogni giorno, per esempio, ci offriamo allo specchio come tele bianche, studiamo le prospettive della serata e poi iniziamo a spennellare: ognuna con la sua tecnica, i suoi canoni e... Mostra articolo•••