5 meteo fregole per sopravvivere alla pioggia

Le fregole si adattano sempre: non esistono catastrofi, avversità o calamità capaci di metterle al tappeto. A loro non importa se le stagioni non sono più quelle di una volta, se siamo a giugno ma piove come a novembre, se ritirare fuori il piumone invernale ci faccia sprofondare in un piacevole letargo di mezza estate.

Le fregole prendono in mano la situazione ancor prima di noi, consapevoli che senza di loro le nostre capacità di sopravvivenza ai cambiamenti climatici sarebbero pari a zero.  Ecco, quindi, le nostre 5 meteo fregole per sopravvivere alla pioggia:

1) Colori, cioè l’arma più semplice per combattere il grigio. Giallo sole, rosso calore, blu mare, rosa fragola: solo indossandoli ci portiamo dietro l’estate in potenza. Non sarebbe male aggiungere anche un verde speranza (che smetta di piovere).

2) Se mettersi un vestito senza calze sembra un’impresa (perché l’aria è fresca, ci sono le pozzanghere e non siamo ancora riuscite a toglierci il pallore invernale), perché non aggiungere un paio di pantaloni? Semplice!

3) La fregola della felpa sembra essere una delle più dure a morire. C’era venuta mesi fa, convinte di doverla riporre di lì a una manciata di settimane e invece no. La felpa ci guarda attaccata alla sua gruccia, orgogliosa della sua importanza, unico vero caldo abbraccio nelle sere in cui, rabbrividendo, ci ritroveremo a chiudere la finestra perché, ecco, c’è un’arietta.

4) Ci fa cucù anche il bomber. Si appoggia sulle spalle, è pratico, spesso impermeabile, e poi possiamo rubarlo al nostro lui di turno.

5) Il trench trasparente è l’ultima ancora di salvataggio, perché è pur sempre un trench.   Certo, se provi a chiuderlo parte la modalità sauna integrata. Certo, è trasparente e per questo non ammette perlina o spilla fuori posto, un orlo sfilacciato, un quadro o un pizzo in più o in meno di quello che avevamo, con fatica, deciso di indossare. Ma è così bello!

Con questo vademecum, in teoria, anche per questo pazzo anno dovremmo cavarcela. In pratica, un esaurimento nervoso da cambio dell’armadio – ripescaggio dei capi anti-pioggia dalle scatole ci aspetta al varco.

5 FAIRWEATHER FREGOLE TO SURVIVE THE RAIN

5 FAIRWEATHER FREGOLE TO SURVIVE THE RAIN

Where there’s a fregola there’s a way: no calamity, hardship or natural disaster will ever get the better of them. They don’t care if seasons aren’t what they used to be, if it’s June but it’s raining like November, if getting the winter duvet back out gives us a great excuse to go into midsummer hibernation.

And before you even know there’s a problem, the fregole are on the case with the solution. Knowing that without them our climate change survival ability is next to none. So here’s our five fairweather fregole to help you survive the rain:

1) Colors – the most obvious weapon to combat the gray. Sunny-yellow, red hot-red, sea-blue, strawberry-pink: just wearing them brings the summer bounding on back. Maybe we could also throw in a little green for hope (it’ll ever stop raining).

2) If wearing a dress without pantyhose seems like an impossible feat (all that cool air, puddle dodging and lingering winter pallor), why not add a pair of pants? Easy!

3) The sweatshirt fregola seems like one of the most die-hard. When it showed its face a few months ago, we thought it would only be around for a few weeks but no…the sweater’s still staring at us from its hanger, full of its own self-worth, the only real warm embrace in those evenings when, shivering, we find ourselves closing the window because there’s a cool breeze.

4) Our old friend the bomber jacket is also calling. Resting on your shoulders, it’s super practical, often waterproof, and as an added bonus you can borrow it from your other half.

5) The transparent trench is your final lifeline, after all it’s still a trench. Just don’t do it up to avoid the built-in sauna mode. OK, it’s see-through, so you can’t get away with a bead or pin out of place, a frayed hem, a check or lace more or less than what you spent hours deciding what to wear. But it’s so cool!

So based on these rules, we should be able to make it through even this crazy year. That is if we don’t have a nervous breakdown with all the closet clear-outs and packing and unpacking the rain clothes. 

    1. Written by Martina Antongiovanni

      Photo via matchesfashion.com, livinginclips.com, pinterest.com

you may also like:

LEAVE A COMMENT