Quattro-Più-Me: fregola di una borsa solo nostra

Se qualcuno venisse da me e mi dicesse Scegli due armi per conquistare il mondo, risponderei L’eleganza e la creatività.
Con eleganza puoi dire o fare qualsiasi cosa, anche dichiarare guerra. Con la creatività puoi sconvolgere le regole del sistema: relazioni, sentimenti, società, politica, pubblicità, moda, tanto per dirne una che ci interessa.
Mentre sulla prima sto ancora lavorando, sulla seconda penso di aver raggiunto un buon livello di pensiero laterale. Anni d’esercizio in agenzia di pubblicità a suon di Metti il titolo – Togli il titolo, che, se non mi hanno cambiato la vita, almeno mi hanno insegnato a indossare una camicia come una gonna. (Ambè!)
Sciocchezze a parte, questa riflessione sull’universo, l’ennesima, mi ha fatto venire la fregola di raccontare la storia di un brand che di eleganza e creatività ha fatto i suoi cavalli di battaglia: Quattropiume.

 

Quattropiume, Made in Italy fino al midollo, l’ho scoperto a Firenze grazie a un’amica che si chiama Anna, la quale, oltre a cucinare molto bene ha una passione sviscerata per le borse.
Insieme ad altre due fashion taster, Lucia e Anja, queste borse siamo andate ad assaggiarle.

 

I Quattro fondatori ci hanno accolto The Westin Excelsior di Firenze. Avevano imbandito un tavolo, lungo quanto quello dei castelli rinascimentali, con pellami pregiati dai colori e le lavorazioni più disparate, sull’altro c’era ogni ben di dolce e sul terzo loro, le (nostre) borse.
Con tre scampoli in mano e un muffin in bocca, ho chiesto subito (con eleganza) cosa significasse il nome Quattropiume.
Ho scoperto che Quattro sono appunto i fondatori e che il Più è una somma alla quale si aggiunge il me, cioè il noi: la parte di creatività individuale che rende queste borse uniche al mondo.

Mi spiego meglio.
A tutte sarà capitato di spiaccicare il naso su una vetrina attratte da quel qualcosa esposto sul manichino per poi entrare nel negozio e chiedere: Scusi, c’è in quest’altro colore?
Risposta: No, mi spiace.
E in quest’altro modello?
Risposta: Idem con patate.

 

Quattropiume, che le donne le conosce, è partito da un capriccio femminile comune per raggiungere un risultato diverso, cioè il nostro.

 

Sul sito ci sono tre modelli base (due clutch e una cross bag, ma presto ne arriveranno altri!) da comporre come ci pare: nabuk, lizard, pitone verniciato, alligatore. Da combinare in centinaia di colori su fronte, retro, profili laterali e catena.

 

Non male, eh?

 

Possiamo dare sfogo al nostro periodo rosa, blu, verde, grigio, bianco, rosso, argento, oro, azzurro, fucsia, arancione, e, volendo, anche Arlecchino.
E se proprio non ci venisse in mente nulla, a ispirarci ci sono le creazioni di una personal Stylist: Acquista Ora.
Il prezzo è importante, lo ammetto, ma un prodotto così prezioso, realizzato in Italia con cura e passione da artigiani di una volta, non può  costare come una pochette da catena di montaggio. Poi ognuna fa le proprie scelte.
Tutto dipende dal valore che diamo a cosa c’è dietro le cose.

 

Volete sapere che modello e quali colori ho scelto per la mia Quattropiume?
Abbiate un pochino di pazienza, tra 45 giorni, tempo che a Santa Croce sull’Arno me la concino, imbastiscano e cuciano per poi spedirmela a casa, vi svelerò la mia borsa-fregola.

QUATTRO-PIU-ME: FREGOLA OF A BAG ALL OF OUR OWN

If anyone ever asked me to choose two weapons to conquer the world, my answer would be Elegance and creativity.

 

With elegance you can say or do anything, even declare war. And with creativity, you can break all the rules: in relationships, feelings, society, politics, advertising, fashion…to mention one we’re actually interested in.

And while I’m still working on the first one, I think I’ve actually become a bit of an expert on the second. Years of practice in advertising agencies to the sound of Add the title – Remove the title may not have revolutionised my life, but they did teach me how to wear a shirt as a skirt. (Wellwhatdoyouexpect).

 

Anyway, this philosophical dwelling – another one – leads me perfectly on to a fregola for the story of a brand that has made elegance and creativity its trademark: Quattropiume.

I discovered the totally Made in Italy brand Quattropiume in Florence, thanks to a good friend Anna, who as well as being a great cook, also has a great passion for leather goods.

 

And along with two other fashion tasters, Lucia and Anja, off we went to get a taste for these bags.

We were greeted by the four founders at the Excelsior wedding Palace in Florence. They’d set up a table that looked like something out of a Renaissance castle, with fine leathers in every color and style you could think of, next to another one with every kind of dessert you can imagine and then a third with (our) bags on.

So with three cakes in one hand and a muffin in my mouth, I asked straight out (with elegance) what the name Quattropiume meant.

 

I discovered that Quattro is the number of creators of the brand and that the ‘Più’ is a sum to which is added ‘me’ i.e. us: that touch of personal creativity that makes these bags totally unique.

 

Let me explain.

Did you ever find yourself with your nose pressed up against a store window, your heart set on that little bit you saw peeking out from behind the mannequin, only to enter the store and say: Excuse me, do you have it in this color?

The answer: No, sorry.

And in this style?

The answer: Same again.

And because Quattropiume is a brand that really knows girls, it decided to take this every-girl’s-dream-come-true and come up with a different result.

 

The website features three basic styles (two clutches and one crossbody, but more are soon to come!) that we are free to put together exactly as we like: nubuck, lizard, patent python, alligator. All with hundreds of colors to choose from for the front, back, side profiles and handle.

Pretty cool hey?

So you can really vent your pink, blue, green, gray, white, red, silver, gold, blue, hot pink, orange and if you like, even harlequin period.

And if you’re running short on inspiration, you can always choose the creations of a personal designer: Acquista Ora.

The price tag is admittedly investment-buy, but you can hardly expect to get a one-off piece, made in Italy with absolutely care and passion by amazingly skilled craftsmen, for the same amount you’d pay for a Zara clutch. Then of course everyone’s free to decide for themselves.

It all depends on the value you put on what’s behind the scenes.

 

So I guess you’re wondering what style and colors I chose for my Quattropiume.

Well you’ll have to hang on a little longer – just the 45 days it takes them in Santa Croce sull’Arno to cut it, assemble it and courier it to me before I reveal my very own fregola-bag.

    1. Written by Daniela Zuccotti

      Photo by Daniela Zuccotti

you may also like:

LEAVE A COMMENT