La fregola degli orecchini oversize

A tredici anni abbiamo varcato la soglia dell’orefice per farci sparare nei lobi i primi orecchini, consapevoli che bucarsi le orecchie è uno di quei gesti che vogliono dire tutto e tanto: non è una cosa da femmine, è una cosa da grandi, che è diverso. Portare gli orecchini, invece, è una cosa da fregole, perché fanno da cornice a tutti i nostri vestiti, anche quando restano nascosti, sottilmente coordinati o volutamente chiassosi. Puntino sulla i a cose normali, questa primavera vogliono fare i protagonisti: se di fregola dobbiamo parlare, che lo si faccia come si deve. La regola numero uno è che siano grandi, non importa se sproporzionati. Più grandi sono, più punti-fregola guadagnate. La regola numero due è forse la più strana ma, sì, dicono che potete indossarne anche uno solo e lasciare l’altro sul comodino (o non comprarlo nemmeno). La regola numero tre è che ci siano incastri di forme geometriche, in due parole ci piacciono minimal ma particolari. Prendete a esempio quelli di Louis Vuitton: un triangolo, un cerchio, un cilindro, insomma tutto il libro di geometria appeso a un orecchio. La regola numero quattro non esiste, non siamo più le diligenti tredicenni con i cerchietti colorati, e le fregole sono così tante che non basterebbe il vecchio sussidiario!

THE OVERSIZE EARRINGS FREGOLA

When we were thirteen years old we stepped into the jewellers to have our first earrings shot into our earlobes, knowing that getting your ears pierced is one of those things that mean everything and anything: it’s not a girl thing, it’s a grown up thing, which is different.  And wearing earrings is a fregola thing, because they create a background to our clothes every day, whether they’re hidden away, subtly coordinated or willingly loud. And talking about everyday, this spring they’re taking center stage: because when say fregole we really mean it. Rule number one is make them big, even oversized. The bigger they are, the more fregola points you earn. Rule number two is perhaps the strangest, but yep they say you can wear just one and leave the other one on your dresser (or not even buy it). Rule number three is that they have to be made up of geometrical shapes, in short we like them minimal but interesting. Think the Louis Vuitton version: a triangle, a circle and a cylinder: basically a geometry text book hanging from your ear. Rule number four doesn’t exist, because we’re not shy thirteen year olds in hooped earrings any more and there are so many fregole out there that our old allowance would never be enough. 

    1. Written by Martina Antongiovanni

      Photo via collagevintage.com, pinterest.com, tumblr.com, vogue.uk.com

you may also like:

LEAVE A COMMENT