La fregola di lino

Se vi diciamo lino, cosa vi viene in mente? A noi tre cose: l’estate, la Provenza e la fregola di un vestito di lino per l’estate e la Provenza. Che il lino, poi, è così: a pensarci c’immaginiamo di primo acchito un vestito noioso, dalle linee banali e i colori neutri, le fibre naturali e bla-bla.bla, quelle infinite sfumature di bianco che fanno alzare infinitamente gli occhi al cielo. Quel vestito, insomma, appeso alla gruccia di una bancarella qualunque, indossato in un modo qualunque su un lungomare qualunque. Però abbiamo imparato che chi cerca trova, e di lino, in realtà, si possono trovare cose bellissime: per esempio gonne che giocano con i colori delle spezie, colli a balze svolazzanti, righe soft, un paio di slippers da abbinare a un mazzo di lavanda profumata. Quindi, ora cosa vi viene in mente? Come minimo fregola di stagione con vacanza coordinata.

THE LINEN FREGOLA

When we say linen, what comes to mind? For us it’s three things: summer, Provence and a fregola for a linen dress for summer in Provence. Because linen’s like that: when we think of it, into our head pops a picture of a dull dress, boring cut, plain colors, natural fibers, bla bla bla – infinite shades of white that make us raise our eyes infinitely to the sky. Basically that dress, hanging on any old stall, worn any old how, on any old seafront. But we’ve learnt that she who seeks finds, and linen can actually do some beautiful things: like skirts that play on spicy colors, flounced necklines with floaty ruffles, soft stripes, a pair of slippers that match perfectly with a bunch of scented lavender. So what comes to mind now? Surely no less than a summer fregola with matching vacation!

    1. Written by Martina Antongiovanni

      Photo via etsy.com, thedreslyn.com, pinterest.com

you may also like:

LEAVE A COMMENT