Fashion vs. Food male edition: Spaghetti Incident da Les Pommes

M: Com’è, Zuccotti, stare dall’altra parte della barricata?

 

D: Una croccante sensazione di potere, a metà tra il dolce e il salato…

 

A: Eh sì, per la seconda edizione di fashion vs. food abbiamo deciso di far cucinare quattro fashion influencer maschili: Paolo Stella, Alessandro Enriquez, Giotto Calendoli e Marco Ferrero. Ognuno di loro doveva preparare un piatto di spaghetti. Così abbiamo fatto sedere la nostra Dani tra i giudici: accanto a me e al buon Maurizio, insieme a Fabiana Greco, la proprietaria di Les Pommes e a Chef Paolo Zuccarello, che dopo ogni evento che organizziamo, considerate le condizioni selvagge in cui viene lasciata la sua cucina, minaccia di licenziarsi.

 

D: Che sarebbe stata una sfida all’ultimo soffritto è stato chiaro fin da subito. Voi uomini con il maschile alto, si sa, non ammettete di perdere, neanche per gioco. E, così, in cucina, sono volate padelle. Un’ora e trenta per preparare i condimenti e darsi fuoco, dieci minuti per scolare la pasta e scottarsi almeno un dito a testa.

 

M: Devo dire che rispetto alle donne, che a giugno hanno preparato un piatto per la cena usando ingredienti da colazione, gli uomini hanno creato quattro ricette superlative. Non me ne abbiate Tamu, Michela, Sara, Alessia e anche tu, Dani.

Gli spaghetti arruminati di Alessandro, tecnicamente perfetti. Scugnizzo 2.0 di Giotto Calendoli, una poesia, peccato gli sia sfuggita la mano con il sale. Anche Marco, che finora era stato l’icona dei 4 Salti in padella, ci ha stupito con il suo Spaghetto alla Iconize.

 

A: Alla fine, non senza controversie interne alla giuria, abbiamo deciso di premiare il piatto di Paolo Stella: “Non c’è cozza senza stella”, perché ha saputo dare a un semplice spaghetto con le cozze un guizzo in più. E, così, il caro Paolo si è portato a casa la giacca a scacchi di Big Uncle in cachemire che era stata messa in palio per il vincitore!

 

D: Però, raccontiamolo, che anche voi avete dato spettacolo. (E non solo per i fiumi di vino che avete bevuto.) Mentre i ragazzi, infatti, spadellavano in cucina e Paolo Zuccarello tentava di proteggere il suo tempio a colpi di uva passa, Maurizio e Andrea si sono cimentati in uno speciale show cooking in sala. Andre, ci raccontate il segreto dei vostri mitici Spaghetti del Vecio?

 

A: Intanto si chiamano Spaghetti del Vecio perché la ricetta in realtà è dell’ormai non più giovane Gualtiero Marchesi… noi però l’abbiamo resa più pop, nel senso di popolare, sostituendo il caviale con le uova di lompo. Ecco la ricetta della nostra rivisitazione… più di costo che di gusto!

 

Ingredienti:

Spaghetti: 400 gr

Uova di lompo nere: 1 vasetto da 50 gr

Uova di lompo rosse: 1 vasetto da 50 gr

Erba cipollina fresca: 1 mazzetto (25 gr circa)

Burro: 40 gr

Sale grosso: q.b.

 

Preparazione:

– Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, quindi raffreddarli condendoli con il burro.

– Aggiungere le uova di lompo e un trito di cipollina. Amalgamare bene il tutto e servire.

 

M: Comunque, la prossima volta, Zuccotti, torni in cucina.

 

D: Scordatelo. La prossima volta ai fornelli voglio voi. Come ai tempi di Masterchef. E in giuria ci mettiamo Miuccia. È ora che Maurizio e Andrea vestano Prada.

 

M: Cara Daniela, come sei fescion!

FASHION VS. FOOD MALE EDITION: THE SPAGHETTI INCIDENT AT LES POMMES

M: So Zuccotti, what’s it like being on the other side of the fence?

 

D: A crispy feeling of power, somewhere between sweet and savory …

 

A: Yes, that’s right, for the second edition of fashion vs. food we decided to ask four male fashion influencers to cook: Paolo Stella, Alessandro Enriquez, Giotto Calendoli and Marco Ferrero each had to prepare a plate of spaghetti. And we asked our lovely Dani to be one of the judges: alongside me and Maurizio, Fabiana Greco – the owner of Les Pommes, and Chef Paolo Zuccarello, who every time we hold an event threatens to quit when he sees the conditions we leave his kitchen in.

 

D: It was clear from the beginning that it was going to be a challenge right down to the last sauté. You know what male egos are like – they don’t like to lose, not even for fun. And so in the kitchen, the pans flew. An hour and a half to prepare the pasta sauces, ten minutes to drain the pasta and burn at least one finger each.

 

M: I have to say that compared to the girls, who back in June prepared a dinner recipe using breakfast ingredients, the guys created four outstanding dishes. And don’t hate me for that Tamu, Michela, Sara, Alessia or you Dani…

Alessandro’s Spaghetti Arruminati was technically perfect. Giotto Calendoli’s Scugnizzo 2.0 was poetry, shame he went just a little overboard with the salt. Even Marco, usually a master of freezer meals, amazed us with his Spaghetto Iconize.

 

A: In the end, after a few squabbles amongst the judges, we decided to award Paolo Stella’s dish: “Non c’è cozza senza stella”, because he managed to take his simple spaghetti with mussels up a notch. And so our darling Paolo took home the Big Uncle cashmere checkered jacket up for grabs for the winner!

 

D: But let’s face it, you guys put on a pretty good show yourselves. (And not just thanks to the gallons of wine you drank.) While the boys were hard at work in the kitchen and Paolo Zuccarello was trying desperately to protect his kitchen, Maurizio and Andrea laid on a live cooking show. Andre, tell us the secret of your legendary Spaghetti Vecio.

 

A: For a start it’s called Spaghetti Vecio (old-guy spaghetti) because the recipe is actually by the now not-so-young Gualtiero Marchesi…we’ve made it more pop (as in popular) by replacing the caviar with lumpfish roe. So here’s our version, updated on cost…but definitely not on taste!

 

Ingredients:

Spaghetti: 400 gr

Black lumpfish roe: 50 gr jar

Red lumpfish roe: 50 gr jar

Fresh chives: 1 bunch (about 25 grams)

Butter: 40 gr

Salt: to taste

 

Method:

– Cook the spaghetti in salted water, then stir in the butter to cool it down.

– Add the lumpfish roe and chopped chives. Mix well and serve.

 

M: Anyway, next time Zuccotti, we want you back into the kitchen.

 

D: Forget it. Next time I want you in the kitchen. Like in the good old Masterchef days. And Miuccia as a judge. It’s time Maurizio and Andrea wore Prada.

 

M: Daniela, you’re so fashion!

 

    1. I wear 10x10AnItalianTheory Spaghetti shirt

    1. Written by Daniela Zuccotti, Maurizio Rosazza Prin, Andrea Marconetti

      Photo by ThinkVisual

      Location: Les Pommes, Via Pastrengo 7, Milano

you may also like:

LEAVE A COMMENT