I peggiori regali di Natale per lei

Praticamente dopodomani è Natale. E, come ogni anno a quest’ora, mezza tonnellata di uomini in ritardo e con ansia da prestazione sarà da qualche parte, sparpagliata per strada o su internet, alla disperata ricerca del regalo da fare alla propria fidanzata barra compagna barra consorte barra non-moglie. Che, in confronto, l’inseguimento della pietra verde era stata una passeggiata.

 

Il 70%, refrattario più di una pietra ai messaggi subliminali (mica tanto subliminali) che lei le ha lanciato durante i mesi precedenti, farà la scelta sbagliata e la farà incazzare. Il restante 30% si ridurrà all’ultimo minuto dell’ultimo giorno e la farà incazzare ancora di più.

 

Ma esistono dei regali giusti per far contenta una donna a Natale?

Sicuramente ne esistono 8 sbagliati.

 

1) Il regalo tecnologico. Sta a una donna come la cioccolata calda sui cavoletti di Bruxelles. Le donne sono interessate a smartphone e tablet quanto a un koala interessa una bistecca. Sono scarpivore e borsivore. Quindi, a voi uomini che state pensando a qualcosa di “portatile”, sappiate che una borsa di Chloè o un paio di scarpe di Miu Miu le portiamo in giro con infinito piacere.

 

2) Il regalo per la casa. Per favore. Dal candelabro d’epoca alla sedia di design alla pentola a pressione, se è per la casa (lo dice l’etimologia & co. della parola casa) non è per noi donne. Quindi, se non si può portare sottobraccio, a mano o a tracolla, se non si può calpestare, infilare al dito, appoggiare sulle spalle o spruzzare sul collo, cari uomini, fate scattare l’alert e rivedete i vostri piani. Le donne sono esseri individualisti e a Natale desiderano qualcosa di più intimo.

 

3) Il regalo intimo. Le donne desiderano un regalo intimo sì, ma non così intimo come la biancheria. Regalare a una signora della lingerie suona tanto di rimprovero. Del tipo: Non sei abbastanza sexy con la muta stagna e le galoche con le quali t’infili a letto, ti ci vorrebbe qualcosa di più femminile. Cosa??? Sapete quanto noi donne accettiamo di buon grado le critiche. Una discussione sul sesso la Vigilia potrebbe protrarsi fino a Pasqua.

 

4) Il golfino. Cari uomini, e poi vi lamentate che noi donne non abbiamo abbastanza fantasia a letto. Quest’anno l’8×1000 pensavamo di destinarlo alla ricerca per la stimolazione celebrale: la vostra.

 

5) Il regalo sportivo. A te uomo, che ti affanni a valicate città, stati e continenti, cercando per tutto internet l’ultimo modello di conta battiti cardiaci da polso. Sappi che una scatolina rossa in velluto con sopra inciso Tiffani & Co. o un biglietto per le Maldive sono più che sufficienti per procurarci un (gradito) infarto.

 

6) Il buono regalo. Non porterà niente di buono. A lei, a lui, alla coppia. Il buono si regala (in gruppo) alla collega d’ufficio della quale si conoscono poco i gusti; non (singolarmente) alla persona con cui si convive e della quale bisognerebbe sapere vita, morte e soprattutto miracoli. Se, in buona fede, qualcuno si è illuso che buono uguale progresso e ampiezza di vedute, è fuori brief. Se qualcun altro è stato bloccato dalla pigrizia, torni subito al lavoro.

 

7) Il regalo da outlet. È fantastico acquistare una borsa, un cappotto o un paio di scarpe firmate a metà prezzo. Ma se a farlo è una donna, che s’informa, studia, prova, compara e alla fine va a colpo sicuro. Se ad acquistare è un uomo, che 9 volte su 10 compra in stato confusionale o di fretta, 10 volte su 10 la donna in questione vorrà cambiare taglia o colore. Perché una volta il 37 le andrà stretto, un’altra il 38 sarà troppo largo e la borsa blu, bella, ma gliene serviva una nera, per non parlare del cappotto, non sciancrato, insomma, lei lo porta over. Statisticamente il numero di donne che alla retorica frase “Se vuoi puoi cambiarlo” rispondono “OK, lo cambio” è in crescita del 125,5 %. Ma ciò che si compra all’outlet (musica alla Hitchcock), non si può cambiare.

 

8) Il regalo dell’ultimo minuto. L’uomo che si riduce il 24 dicembre ore 18,30 per comprare un regalo alla propria donna ama il rischio. O è un incosciente. Per la sua incolumità mentale e integrità fisica è pregato di bruciare, ingoiare o seppellire nel Mare del Nord lo scontrino e qualunque altro indizio dichiari in Courier New data e ora della sua sciatteria. Semmai lei, che ha occhi e orecchie ovunque e una genetica passione per i gialli, dovesse risalire alla verità, si trasformerà in un Gremlin ancora prima della mezzanotte.

 

Uomo avvisato, Natale salvato.

 

ALL SHE (DOESN'T) WANT FOR CHRISTMAS

So Christmas is practically the day after tomorrow. And just like every year, half a ton of late and panicked guys are currently dashing round town or combing the net, desperately seeking that elusive present for their girlfriend stroke companion stroke consort stroke non-wife. It’s enough to make romancing the stone look like a walk in the park.

 

70% of them, who have taken on with stony oblivion the subliminal (or not so subliminal) messages she’s been sending out over the past few months, will make the wrong choice and leave her fuming. The other 30% will leave it right till the very last minute of the very last day and leave her even more fuming.

 

So does the perfect gift to make a woman happy at Christmas exist?

Well here’s 8 that definitely won’t.

 

1) The techno gift. This category of gift suits girls like hot chocolate goes with Brussels sprouts. Women are about as interested in smartphones and tablets as a koala on the lookout for a nice steak. Remember guys, girls are shoeivores and bagivores. So if you have something “portable” in mind, just remember that we’ll be infinitely happy carrying round a Chloe bag or a pair of Miu Miu shoes.

 

2) The gift for the home. Please. Be it an antique candlestick or a designer chair or a pressure cooker, if it’s for the home (and the origins of the word home say so), it’s not for us ladies. So if you can’t wear it on your arm, hand or shoulder, step into it, put it on your finger, wear it round your shoulders or spray it on your neck, guys, think alarm bells and reconsider. Women are individualists, at Christmas we want something more personal.

 

3) The lingerie gift. Ok so we girls want something more personal, but not as personal as lingerie. Giving your girl underwear clearly strikes as judgmental. Like: you don’t look sexy enough in that wet suit and wellies you usually wear to bed, you need something more feminine. Like what??? You know how us girls respond to criticism. And an argument about sex on Christmas Eve could last till Easter.

 

4) The sweater. Ok guys, and you say girls lack imagination in bed. This year we thought we’d give a donation to deep brain stimulation research: yours.

 

5) The sports gift. To you dear guy, ready to cross cities, states and continents, and the entire internet looking for the latest cardio tracker bracelet. Just remember that a red velvet box with the words Tiffany & Co. or a ticket to the Maldives are all we need to give us a (welcome) heart attack.

 

6) The gift check. It won’t check off anyone’s list. Not hers, not his, not even the couple’s. The gift check works when you want to club together for a colleague whose tastes you’re not sure of – not when you want to get a personal gift for the lady you share your life with and should know better than you know yourself. So if, in good faith, you’ve convinced yourself that a gift check equates to liberalism and progress, let’s just say you’re way off brief. And if you’ve fallen back on this option out of sheer laziness, back to the drawing board.

 

7) The outlet gift. Snapping up a purse, coat or pair of designer shoes at half price is great. And if it’s a girl looking, studying, trying on, comparing and finally going for it, she can’t go wrong. If on the other hand it’s a guy, 9 times out of 10 shopping in a state of total confusion or haste, 10 times out of 10 the girl in question will want to change the size or color. Because a size 5 won’t fasten, but another 6 will  be too big, and a blue bag’s really nice but she needed a black one, not to mention the coat, fitted when she wears oversized. Statistically, the number of women that when they hear the phrase “you can change it” reply “OK, I’ll change it” is up by 125.5%. But if it’s from an outlet (cue the Hitchcock music)…it’s no returns.

 

8) The last-minute gift. Any guy who leaves it until 5pm on 24th December to get their girl a present clearly has a predisposition for risk. Or is just plain irresponsible. So for your safety and mental integrity, please burn, swallow or bury in the North Sea any evidence or receipt stating in Courier New the date and time of your sloppiness. Because if she, who has eyes and ears everywhere and an inbred passion for detective novels, ever finds out, she’ll turn into a Gremlin before the stroke of midnight.

 

A guy forewarned is a Christmas saved.

 

    1. I wear Ultràchic jumpsuit; Benetton silver shoes (bought on Privalia)

    1. Written by Daniela Zuccotti

      Photo by Alessandro Lo Faro

      Illustration by Cristina Stashkevich (stakshop.it)

you may also like:

LEAVE A COMMENT