Back to black

Non c’è scritto da nessuna parte che quest’estate tornerà il nero. Al massimo il nero torna d’inverno. E neanche troppo. Perché è un colore statico, il nero, che non va e viene, semplicemente resta. C’è chi lo indossa quando non sa cosa mettersi, chi l’ha eletto a uniforme da ufficio, chi a divisa da sera, quelle che lo indossano solo quando piove, quelle che lo usano per assorbire le radiazioni dell’arcobaleno e diventare invisibili. A me, il nero, piace di solito come colore da abbinare agli altri colori. Niente rime baciate (golf nero + scarpa nera/borsa nera + scarpa nera), più che altro odi a braccio: una borsa o una scarpa o una felpa o una cintura a stile libero senza alcuno schema prevedibile.

Oggi, invece, mi è venuta la fregola del total noir.

E, giuro, non sono di cattivo umore né sono stata influenzata dall’ultimo documentario neorealista trasmesso da sky arte.

Ogni tanto il nero riflessivo ci vuole e basta. Un pantalone poetico, una blusa romantica, una borsetta del passato, quel collarino anni 80 che strozza le parole.

Anche soltanto per andare a bere un cocktail sui Navigli al tramonto. E magari ubriacarsi con gli amici al Pinch fino alle due del mattino. [n.d.r. cosa che non succedeva dal 2013]

BACK TO BLACK

No one said that black’s back this summer.

If anything black comes back in the winter. And even then not really. Being a static color, black doesn’t actually come or go, it just kinda stays. Some people choose it when they can’t decide what to wear, others elect it as their office uniform, or their evening uniform, some only wear it when it rains, others use it to suck all the energy out of the rainbow and turn invisible. I usually wear black mixed with other colors. Not in a planned way (black cardigan + black shoe/black bag + black shoe), more like randomly thrown in: a freestyle bag or shoe or sweater or belt – nothing too contrived.

But today I have a fregola for total black.

And no I’m not depressed or been watching too many Sky Art neorealist documentaries.

It’s just that every now and then you need a black period of reflection. Poetic pants, romantic blouse, handbag from the past, 80’s neckline that strangles your words.

Even if it’s just for drinks down by the canal at sunset. And maybe to get drunk with friends at Pinch until 2am. [Editor’s note: for the first time since 2013].

    1. I wear iBlues black suit, Zara brown shoes, vintage black bling bling bag

    1. Written by Daniela Zuccotti

      Photo by Arianna Bonucci

      Illustration via Elite Daily

you may also like:

LEAVE A COMMENT