THE GREAT GATSBY
2-GATSBY
3 GASBY
4-gatsby

 

LA FREGOLA GATSBY.

 

L’errore è stato andarlo a vedere, cariche di entusiasmo, accompagnate dal fidanzato. La fortuna è che a metà del primo tempo, dopo qualche sorrisetto di circostanza e una dozzina di accavallamenti di gamba a destra e a sinistra per trovare la posizione, al nostro caro è calata la palpebra e con lei il nostro disagio. Non dovendo più fare i conti con il suo sguardo pesante e il nostro leggero rimorso di coscienza per avergli fatto perdere la finale di Campionato, siamo volate dall’altra parte della baia, nella sfarzosa villa di Mr. Gatsby. A bere fiumi di champagne, avvolte in taffetà di seta, paillettes, lamé iridescenti, pellicce colorate, pomposi velluti, ragnatele ricamate, gocce di cristallo, corpetti intarsiati, guantini di pizzo e cerchietti di piume. A ballare il charleston fino all’alba, facendo vibrare intangibili vestaglie importate dall’Oriente. Ad annodarci due metri di perle intorno al collo per luccicare, se possibile, ancora di più. Quando il nostro eroe si è svegliato, con l’aria malmostosetta, ha fatto in tempo a vedere morire un po’ di gente in piscina. Qualche bel rigoletto di sangue, sempre gradito. E il moralone di Fitzgerald sul senso della corruzione. Giusto per scambiare con gli amici qualche cinestatus pungente su splatter d’autore e mattoni da oscar, che gli hanno moltiplicato, con sua somma gioia, i like in bacheca. Tutto sommato, con qualche vestito in più di Miuccia Prada sulla coscienza, vissero tutti felici e contenti anche questa volta.

 

http://www.monnierfreres.it/itit/cappelli-guanti/fermagli-per-capelli/headband-kenya_p21177805.html

 

THE GATSBY FREGOLA.

 

The big mistake was going to the watch the movie power-loaded, accompanied by our boyfriend. Luckily enough half way through first stage, after a few faint smiles suited to the occasion and a dozen leg-crossings left and right to find the right position, our dear’s eyelid dropped and so did our discomfort. Not having to deal with his look and the regret for having made him loose the last day of league championship, we flew to the other side of the bay, in the pompous mansion of Mr Gatsby. Drinking floods of champagne wrapped up in silk taffeta, sequins, opalescent lame, coloured furs, luxurious velvets, embroidered spider webs, drops of crystal, inlaid bodices, lace gloves and feathery hairbands. Dancing the Charleston till dawn, making intangible dressing gowns imported from the East vibrate. Knotting two metres of pearls round our neck to shine, possibly, even more. When our hero woke up, pretty fussy, he was just in time to see a couple of people die in the pool. A few rivulet of blood, never unwelcome. And Fitzgerald’s morale on the sense of corruption. Just to share with his friends a couple of biting movie-statuses on auteur splatters and Academy Awards’ lead weights that multiplied, with his profound joy, the ‘likes’ on his wall. All in all, with some more Miuccia Prada’s dresses in conscience, all lived happily ever after even this time.

 

http://www.monnierfreres.it/itit/cappelli-guanti/fermagli-per-capelli/headband-kenya_p21177805.html

 

photo via it.film-cine.com, tumblr.com, imieilibri.it, bookaddict24-7.com, vogue.it, todayonline.com, tumblr.com

 

you may also like:

LEAVE A COMMENT